DSC_8901

 

Lo spettacolo della mountain bike sposa le meraviglie di Verona, città dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Ecco riassunto in due parole l’imperdibile appuntamento di domenica 29 settembre con la Granfondo d’Autunno Città di Verona, valida come 23esimo Trofeo Benini Auto. La quale si svolge congiuntamente alla Baby Cup Princy (alla sua seconda edizione) di sabato 28 settembre dedicato ai giovanissimi bikers. Entrambi gli eventi sportivi saranno curati dall’Asd Lessinia in bici Team Bcicli in sinergia con e la Polisportiva Quinzano.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE l’aggettivo “spettacolare” non viene utilizzato a caso. Partiamo dal percorso: si tratta di un lungo XC (cross country) di 38 chilometri per 1300 metri di dislivello con un continuo susseguirsi di brevi salite e divertenti discese, il cui carattere tecnico ma allo stesso tempo ludico attira a sé moltissimi partecipanti residenti a Verona e dintorni ma anche nelle regioni limitrofe al Veneto. Indubbio il valore aggiunto da partenza e arrivo a poche centinaia di metri dall’Arena di Verona (vicino alle piscine di Via Santini): il grande colpo scenografico va sicuramente ad entusiasmare i bikers. Ma allo stesso tempo a conquistare famiglie degli stessi ed accompagnatori in generale: chi rinuncerebbe a trascorrere un bel weekend di settembre nell’ancora tiepida temperatura della Città degli Innamorati. Da non scordare il parterre di tutto rispetto che, nel corso degli anni, la storica manifestazione off road veronese è riuscita ad attrarre a sé: al via presso il Centro Polisportivo Avesani di via Santini 72 si sono dati appuntamento “vips” del calibro dell’ex Campione del mondo marathon Massimo De Bertolis (Team Sat System Cannondale), dell’olimpionico colombiano Leonardo Paez (Team TX Active Bianchi), dell’ex Campione italiano XC Martino Fruet (Carraro Team Trentino). Non è – quindi – un caso se per bellezza e tecnicità del percorso, oltre che per un contorno cittadino di alto livello e prestigio, la Granfondo d’Autunno Città di Verona – 23esimo Trofeo Benini Auto si è trasformata nei suoi ventitre anni di età in una fantastica e partecipatissima festa di chiusura dell’intera stagione off road. Va da sé che, in relazione ai numerosi punti di forza elencati, la Granfondo d’Autunno Città di Verona – 23esimo Trofeo Benini Auto si configura – certo – come un appuntamento di spicco nel panorama della mountainbike, ma certamente diviene un volano di fondamentale importanza per la promozione turistica del territorio. A tal proposito la manifestazione sportiva rientra nel circuito Lessinia Tour 2013, il quale va a radunare le migliori gare del territorio veronese che mettano in luce il magnifico territorio dei Monti Lessini e delle Piccole Dolomiti.

 

> SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE QUI <

Percorso.

percorso

La partenza avviene dal Centro polisportivo Avesani di Verona, per poi salire immediatamente a Quinzano. Di certo, i bikers al via non avranno vita facile con la prima impegnativa rampa da scalare. Si scende nella piana di Ronchi, raggiungendo l’abitato di Parona in zona Santa Cristina. Qui si presenta da affrontare la salita in asfalto di Monte Cillario, la quale conduce in località Montericco. Ecco, quindi, il ritorno sui monti di Quinzano e, con i vigneti a fare da cornice, i bikers raggiungeranno il GPM di giornata posto in località Costa del Buso. Si apre, così, il tratto centrale – e più spettacolare – dle percorso di gara che condurrà ad uno dei luoghi più caratteristici della off road veronese: la tenuta di Villa Novare, che verrà attraversata fino a sbucare in zona Montericco. Allora, a farla da padrona sarà la Valle di Quinzano con la salitall’eremo di S.Rocchetto. Chi riuscirà ad alzare per un momento lo sguardo potrà ammirare un fantastico paesaggio, compresa la singolare piazza centrale del paese di Quinzano. Raggiunto, infine, il monte Ongarine, rimane la corsa vero il traguardo situato sempre all’interno del Centro polisportivo Avesani.

Untitled-1

DSC_8924Storia.

Il Trofeo Benini Auto nasce nel 1990 nasce nel 1990 per volere di Bruno Benini: la “classica” il sella alla mountainbike spegne quest’anno la sua ventitreesima candelina, forte di aver conquistato e consolidato il suo ruolo di riferimento per i biker veronesi e veneti in generale. Tanto da strutturarsi nel tempo come gara di chiusura della stagione agonistica off road. Da sottolineare che nel 2010 l’organizzazione a cura di Bruno Benini è stata supportata dalla squadra ciclistica dilettantistica Team Bcicli che persegue la stessa filosofia del pedalare in compagnia divertendosi, utilizzando la mountainbike come mezzo di aggregazione.

 

Baby Cup Princy.

Sabato pomeriggio 28 settembre il Centro polisportivo Avesani sarà invaso da entusiasmo e desiderio di divertimento da parte di moltissimi bambini e ragazzi. Certo, a farla da padrona sarà la gara in mountain bike riservata alle “giovani leve” dell’off road che, a partire dalle ore 14.00 animerà l’intero pomeriggio. L’inizio gara è previsto alle 15.30, seguiranno il ristoro e le premiazioni (ore 18 circa, a seconda delle presenze) per tutti i giovani partecipanti alla Baby Cup Princy. Nel pomeriggio non mancheranno le iniziative collaterali “formative”: dall’area dedicata all’insegnamento dell’educazione stradale da parte della Polizia Municipale all’area dedicata all’insegnamento del cambio camera d’aria ed alla  manutenzione della bicicletta, dal laboratorio di bricolage alla presenza del 118 con dimostrazioni di rianimazione cardiopolmonare con il programma VIVA http://www.viva2013verona.it/, dalla merenda con crepes alla presenza dello Sci Club Edelweiss che insegnerà il golf e farà provare il simulatore di sci. La manifestazione è in ricordo di Claudio Princivalle “che ti faceva capire le cose, le persone, la vita: era una sorta di medicina contro la tristezza. Un passaggio al suo laboratorio di bici e sci, prima o dopo i pasti, ti dava quel sollievo sportivo e umano di cui avevi bisogno”.”

> SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE BABY CUP QUI <

 

babycup